Jared Dudley

2019/20 Roster: Jared Dudley #10

In vista della prossima stagione, una breve presentazione degli atleti che comporranno il rinnovato roster dei Los Angeles Lakers. La carriera, i pregi, i difetti oltre ad una breve valutazione della crew di Cuore GialloViola.

Il veterano Jared Dudley si è unito ai Los Angeles Lakers accettando un annuale al minimo di poco superiore ai due milioni e mezzo di dollari.

Jared Dudley
Jared Dudley (Lakers.com)
  • Nato il 10 luglio 1985
  • Altezza: 201 cm
  • Wingspan: 200 cm
  • Peso: 109 kg
  • Twitter: @JaredDudley619

Chi è Jared Dudley?

Dopo aver frequentato la Horizon High School nella nativa San Diego, Dudley cambia costa per frequentare il Boston College. Nel quadriennio con gli Eagles è stato sempre protagonista, collezionando minuti e vittorie.

Dopo aver messo a referto nel 2005 il suo career-high (36), nella stagione da Senior mette a referto 19 punti (44.3% dall’arco) con 8.3 rimbalzi e 3.0 assist guadagnandosi ACC Player of the Year del 2007 e l’inclusione nel All-American Second Team.

L’entusiasmante stagione alzò le quotazioni di Dudley, che all’NBA Draft 2007 fu scelto con la ventiduesima chiamata dagli Charlotte Bobcats. Nell’anno da rookie Junkyard Dog dimostrò fin da subito di essere un solido giocatore da rotazione, ma fu la trade con i Phoenix Suns che consentì a Jared di trovare la sua dimensione.

In Arizona, nonostante cifre più che normali, ha dimostrato di essere apprezzato dai compagni oltre ad essere un grande leader. Nella stagione 2009/10 partecipò – nelle 16 gare disputate, 7.6 punti in 23.6 minuti con il 42.4% da tre – alla cavalcata nei PO dei Suns guidati da Steve Nash ed Amar’e Stoudemire, interrotta solo dai futuri Campioni GialloViola.

Nell’ultima stagione a Pheonix, fu nominato capitano e registrò il suo massimo in carriera (36 con 5 triple). Dall’estate 2013 cominciò a girovagare per la Lega, venendo incluso in trade che lo portarono a giocare con prima con gli L.A. Clippers, poi con i Milwaukee Bucks ed infine con i Washington Wizards.

Nell’estate del 2016 tornò a Phoenix, dove disputò un biennio meno fortunato della prima esperienza a causa della ricostruzione intrapresa dai Suns. Ceduto ai Brooklyn Nets, torna a mettersi in evidenza in una squadra in ascesa con tanti giovani talentuosi, che apprezzano la leadership del veterano e ne fanno il proprio mentore.

Stats complete su NBA.com

Il ruolo ai Lakers

L’ex Eagles è arrivato ad L.A. per aggiungere esperienza, leadership e pericolosità dall’arco partendo dalla panchina.

In considerazione del ruolo e dell’età, i suoi minuti sul parquet saranno pochi ma potrà aggiungere due semplici opzioni all’attacco lacustre: allargare il campo posizionandosi negli angoli ed esecuzione del pick-and-pop come bloccante.

Dudley è anche un discreto passatore, essendo in grado di leggere il gioco e trovare spesso la soluzione migliore

In difesa gli anni e gli acciacchi non lo rendono certo un stopper d’élite, ma riesce a tenere il campo grazie all’esperienza ed il senso della posizione che gli consentono di tenere botta oltre a procurargli sfondamenti e qualche recuperata.

Malizia ed esperienza in difesa, stazza e posizione a rimbalzo.

Fuori dal campo invece, dovrà aiutare LeBron James ed Anthony Davis nel rapporto con i media ed i supporter, viste le aspettative che circondano i rinnovati Los Angeles Lakers.

#CGV Grades: Jared Dudley

Filippo Pugnalini aka Pugna, Francesco Anelli aka Checco, Giovanni Rossi aka odino e Luca Novo aka noeuf esprimono la loro valutazione sui membri del roster lacustre. NB: Il rating – da una a cinque stelle – e la valutazione sono state fatta sul fit nei Lakers e sulle aspettative per la prossima stagione, non sul valore assoluto dell’atleta.

Checconoeufpugnaodino
⭐️⭐️ ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Il classico uomo spogliatoio. Ingaggiato più per le sue doti extra campo, che in un roster non deve mai mancare. Soprattutto in uno spogliatoio come quello lacustre, composto da tanti Alpha Male.

Checco

Il giocatore è chiaramente sul viale del tramonto e avrà pochi minuti, ma l’uomo può esser importantissimo nello spogliatoio per esperienza e leadership.

Luca

Quando ai Nets c’era un problema nello spogliatoio, lui era sempre uno dei primi ad intervenire e a ricompattare l’ambiente. Il suo contributo in campo ormai è minimale, ma sarà fondamentale nella gestione del gruppo. Come lui stesso ha dichiarato, il suo ruolo sarà quello di togliere pressioni fuori dal campo a Davis e LeBron, mentre sul parquet sarà dovrà portare il suo tiro da tre, sempre affidabile.

pugna

Dudley è quel tipo di persona che ci vuole nello spogliatoio, basta vedere come ha ceduto la canotta che aveva scelto. Sul campo credo lo vedremo poco, anche se le sue skill sembrano sposarsi bene con il resto del roster.

odino

Per tutte le valutazioni pubblicate, visita la sezione 2019/20 Lakers Roster Grades.

Leggi anche:

Redazione CGV

Once Purple & Gold... Forever Purple & Gold!

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.