Devontae Cacok, 2019 California Classic Summer League

Devontae Cacok: “La Summer League è stata fantastica. L’offerta dei Lakers? Non riuscivo a crederci.”

Essendo cresciuto a Riverdale, Georgia per Devontae Cacok è stato naturale frequentare la Alpharetta High School. Dopo il diploma, ha frequentato la University of North Carolina at Wilmington con la quale ha disputato quattro buone stagioni.

In particolare, le ultime due stagioni – 16.4 punti e 12.9 rimbalzi con il 58.7% dal campo – gli hanno fatto guadagnare l’inserimento in diversi quintetti All-CAA, ma la stazza contenuta per la posizione (201 cm) e la sola tripla tentata in 129 gare NCAA lo hanno fatto terminare undrafted.

Ma nel corso degli ultimi disastrosi anni, uno dei reparti dei Los Angeles Lakers che si è dimostrato sopra la media è quello dello scouting, per cui appena concluso il Draft, i lacustri si sono assicurati Cacok per i tornei estivi di Sacramento e Las Vegas. L’ex Seahawks si è subito messo in luce, risultando tra i pochi positivi (12.0 punti ed 8.5 rimbalzi nelle 8 gare disputate) tra i giovani lacustri.

Le sue prestazioni hanno convinto il front office gialloviola, che gli ha offerto un Exhibit-10 Contract grazie al quale parteciperà al prossimo training camp prima di essere dirottato, probabilmente, ai South Bay Lakers in G League.

In merito alla partecipazione alla Summer League ed alle prospettive future, Cacok è stato intervistato da Chris Walton di Lakers Outsiders.

«La Summer League per me è stata un’esperienza fantastica. Ho sempre sognato giocarci e che sia successo davvero è pazzesco. Ma mi è piaciuto tutto, dall’incontrare le persone e giocare con i miei compagni di squadra fino a conoscere l’intera organizzazione dei Lakers. Ho intenzione di portare l’esperienza e quanto ho imparato in campo con me in futuro.»

Per il ventitreenne nativo di Chicago, la partecipazione è stata fondamentale per presentarsi al mondo NBA.

«L’aspetto migliore della Summer League è il poter giocare contro atleti NBA e provare a farsi conoscere. C’è grande competizione in ogni partita ed è stato divertente giocare duro e mostrare cosa posso fare per aiutare la mia squadra in ogni modo possibile.»

Devontae Cacok
Devontae Cacok (Lakers.com)

Missione compiuta, avendo ricevuto – con Aric Holman – l’offerta dai Lakers.

«Ricevere un’offerta dai Lakers inizialmente mi è sembrato irreale all’inizio. Dopo il mio workout, avevano interesse per me ed è stata una benedizione il modo in cui si sono svolte le cose fin’ora. L’interesse dell’organizzazione e l’offerta che mi hanno fatto… Sono grato per l’opportunità che mi hanno dato ed ho intenzione di continuare a dare il massimo.»

Infine, Cacok parla dell’entusiasmo con cui affronterà i prossimi mesi.

«Per prima cosa, non vedo l’ora che arrivi il training camp. Girare intorno ad alcuni dei migliori giocatori del mondo è davvero un sogno. Vedere come lavorano e quanto amore hanno in prima persona per il gioco, sento di poter imparare molto da questi veterani.»

Improbabile che Cacok possa occupare l’ultimo slot libero del roster lacustre, l’augurio è che possa ritagliarsi dello spazio per seguire lo stesso percorso – per restare in ottica Lakers – compiuto prima di lui da David Nwaba, Alex Caruso, Andre Ingram e Jemerrio Jones.

Leggi anche:

odino

NBA & Lakers on the couch, Minors & Post on the court.
1987, Showtime!

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.