Zach Norvell Jr., Los Angeles Lakers vs Golden State Warriors

NBA Preseason: le terze linee Gialloviola impotenti contro Curry e Russell

La NBA Preseason si chiude con la quarta sfida in dodici giorni tra Los Angeles Lakers e Golden State Warriors. Nei tre precedenti, altrettante vittorie dei gialloviola, capaci di imporsi nella gara inaugurale del Chase Center, all’esordio allo Staples Center nella sfida tra seconde linee e quarantotto ore prima con i ragazzi della baia privi di Curry.

In vista dell’imminente avvio della regular season coach Frank Vogel concede un turno di riposo a LeBron James, Anthony Davis, Danny Green, Avery Bradley, JaVale McGee, Dwight Howard, Quinn Cook e Rajon Rondo che si aggiungono agli infortunati Kyle Kuzma e Talen Horton-Tucker, ovvero la metà degli elementi disponibili a roster.

Coach Steve Kerr schiera i big Steph, Green e l’ex D-Lo, facendo a meno dei soli infortunati Willie Cauley-Stein, Kevon Looney e Klay Thompson.

Game Recap

Scelte obbligate per Vogel che schiera Caruso, KCP, Dudley e Cacok insieme al rientrante Troy Daniels. I lacustri iniziano bene, eseguono con attenzione e vanno a segno dalla lunga distanza. Tuttavia, dopo neppure tre minuti di gioco sono costretti a rinunciare ad Alex Caruso che cade malamente dopo un layup.

Golden State ha le polveri bagnate (1/7) e consente ai Lakers di allungare grazie all’ottimo avvio di Kentavious Caldwell-Pope, autore della metà dei punti angeleni (24-12). Nel finale si accende Steph Curry che segna dieci punti in un amen e riduce al minimo le distanze al primo mini-break (32-31).

Nel secondo quarto gli Warriors dimostrano di poter ancora costruire soluzioni con una facilità disarmante e provano ad allungare, anche perché l’attacco dei Lakers fatica a costruire buoni tiri e si affida alle giocate di Zach Norvell Jr., che oltre a concedere il bis…

…mandando ancora una volta gambe all’aria Jordan Poole, prova a reggere da solo il peso della produzione offensiva. All’intervallo lungo, 16 punti con 5/10 dal campo per il two-way player gialloviola che tiene ancora in vita i lacustri: 55-71.

Al rientro in campo Curry ripropone la versione imprecisa dell’avvio di gara e lascia a D’Angelo Russell – a segno tre volte dall’arco – le chiavi dell’attacco. I lacustri provano a rientrare, con Demetrius Jackson abile a innescare KCP, Norvell Jr. e l’ottimo Devontae Cacok.

Poco preciso dal campo (0/3) e dalla lunetta (5/8), Kostas Antetokounmpo prova a farsi valere nella propria metà campo facendosi sentire a rimbalzo ed in aiuto difensivo, stoppando ben quattro conclusioni degli avversari.

Il quarto finale inizia con l’ultimo sussulto del Lakers, che tornano sotto (91-96) grazie alla quinta tripla del prodotto di Gonzaga. Ma si tratta del canto del cigno, dato che Steph & D-Lo decidono di accelerare colpendo tre volte dall’arco, chiudendo di fatto la gara dato che gli stanchi ragazzi di Vogel non riescono più a trovare la via del canestro. L’unico canestro dal campo di Kostas ed il gancetto di Kavion Pippen fissano il punteggio finale, 103-124.

Stats & Box Score

25 punti con 8/16 dal campo e 3/6 dall’arco per KCP, abile soprattutto nella prima parte di gara a sfruttare le lacune difensive degli avversari. Solo tre minuti in campo per Caruso, mentre Daniels e Dudley si limitano a sparacchiare (1/4 per entrambi) dall’arco.

Come per tutta la Summer League, i migliori sono stati Norvell Jr. e Cacok. Zach dimostra di saper trovare la via del canestro in tanti modi e chiude la gara con 29 punti (8/17 al tiro, 5/10 da tre, 8/9 ai liberi), 4 rimbalzi, 3 assist ed altrettante perse. Doppia doppia per Devontae, autore di 16 punti (6/9 con 4/6 dalla lunetta), 10 rimbalzi e 4 assist ed unico lacustre con plus/minus positivo: +6 in quasi 36 minuti.

Per Jackson 11+4+9 con 3 triple e 5 perse, a segno anche l’ultimo arrivato Marcus Allen.

Box Score at NBA.com

Highlights

Key Takeaways

Come per la prima sfida dello Staples Center, superfluo trovare chiavi di lettura in una gara condizionata soprattutto dalle assenze. Comunque da rimarcare il fatto che i migliori in campo sono stati l’unico possibile titolare (KCP) ed i giovani che già si erano messi in mostra in estate (Cacok e Norvell Jr.).

Post Game Quotes

Tutti i giovani questa sera hanno svolto un lavoro eccellente.

Frank Vogel
Devontae Cacok and coach Frank Vogel, Los Angeles Lakers vs Golden State Warriors
Devontae Cacok and coach Frank Vogel, Los Angeles Lakers vs Golden State Warriors (Ben Margot, AP Photo)

Sono a mio agio quando si tratta di tirare, non lo nascondo. Sono un tiratore, quindi ogni volta che tento una conclusione sono certo di segnare. Sono onesto.

Zach Norvell Jr.

Ho solo provato ad attaccare il canestro. È pazzesco vedere i miei compagni impazzire per queste giocate.

Il prodotto di Gonzaga sul crossover che ha messo a sedere Poole

Next Game

Dalla prossima gara finalmente si farà sul serio.

I Los Angeles Lakers saranno i protagonisti della NBA Opening Night, nella notte – 4:30 italiane, diretta su Sky Sport NBA – tra Martedì 22 e Mercoledì 23 Ottobre allo Staples Center andrà in scena l’atteso derby contro gli L.A. Clippers di Kawhi Leonard.

Redazione CGV

Once Purple & Gold... Forever Purple & Gold!

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.