Anthony Davis, Los Angeles Lakers Denver Nuggets

Lakers-Nuggets: Davis ci prova, ma è troppo solo

Game 30: Los Angeles Lakers vs Denver Nuggets at STAPLES Center

Dopo il positivo (3-2) road trip sulla East Coast, i Los Angeles Lakers (24-5) tornano tra le mura amiche per affrontare, a quasi tre settimane dalla sfida del Colorado, i Denver Nuggets (19-8).

I gialloviola recuperano Kuzma ma devono fare a meno di LeBron James, out a causa di un problema muscolare all’altezza della gabbia toracica patito durante la sfida contro Indiana.

Vogel lancia in quintetto Rondo con Bradley, Green, AD e McGee. Nessun problema per Malone che risponde con Harris, Murray, Barton, Millsap e Jokic.

LakeShow Audio Analysis

Coming Soon

Game Recap

L’avvio di gara è in salita per i Lakers, che fanno fatica ad attaccare contro la difesa schierata. I Nuggets riempiono l’area e sfidano i tiratori lacustri. Un buon momento di Rajon Rondo genera il parziale di 8-0 con il quale L.A. trova la testa della gara.

Il rientrante Kuzma si mette subito in mostra stoppando Porter Jr., mentre Alex Caruso contribuisce al break dei suoi con due recuperi. Un canestro di Davis chiude il primo quarto, 28-23.

La second unit gialloviola tiene testa a quella di Denver, conservando il vantaggio. Kyle Kuzma entra in ritmo e segna un paio di floater. Nonostante le troppe perse e le percentuali, soprattutto dall’arco, non esaltanti i Lakers contengono il rientro degli avversari grazie al buon impatto di Dwight Howard.

Le pepite però concludono il sorpasso grazie alle giocate di Paul Millsap e chiudono il tempo avanti 53-55.

Al rientro in campo i californiani commettono altre tre perse che consentono ai Nuggets di trovare facili canestri in transizione. Dopo una tripla di Danny Green, i ragazzi di coach Michael Malone rispondono con un parziale di 12-0.

I gialloviola si affidano ad Anthony Davis e Kuzma, ma la difesa non trova le contromisure alla buona circolazione di Denver, che grazie a Will Barton ed al solito Millsap chiude la frazione sul 78-91.

Dopo essere uscito a causa di un problema al ginocchio, The Brow rientra in campo per un ultimo, vano, tentativo di riaprire la gara. Ma la squadra di coach Frank Vogel continua ad accumulare turnover che vengono trasformate in punti facili da Gary Harris e Malik Beasley.

I canestri di Troy Daniels servono solo a rendere meno pesante il passivo. 104-128 il finale e terza sconfitta consecutiva per i Lakers che mettono a referto più perse (19 per 24 punti) che assist (18).

Stats & Box Score

Davis prova a farsi carico dell’attacco lacustre, ma è troppo solo e sopratutto soffre l’assenza di playmaking. AD chiude con 32 punti (13/23 al tiro), 11 rimbalzi, 5 perse e 4 stoppate.

Discreto rientro per Kuzma (16+4 con 7/15 al tiro), mentre Rondo (5+4+8 con 2/8 al tiro) non riesce a condurre l’attacco con efficacia.

Si vede poco Green (5+4+2, con 1/4 al tiro in 18 minuti) che fatica come i compagni di reparto Bradley (6 con 2/8), KCP (6+3+2 con 2/4) e Cook (2 con 1/5). Segna solo dalla lunetta (8/8) Caruso.

Troppo falloso McGee (7+5+2 con 4 falli), meglio Howard (8+7 con 5 rimbalzi offensivi). Garbage o poco più per Daniels, Dudley e THT.

Il top scorer dei Nuggets è Millsap (21 con 8/14). In doppia cifra anche Barton (14+13+5), Jokic (18+6+5) ed Harris (19). Male al tiro Murray (6 con 3/11), bene dalla panca Beasley (16) e Plumlee (10+5+5).

Box Score at NBA.com

Highlights

Key Takeaways

Le impressioni sulla gara dello STAPLES Center by Filippo Pugnalini.

✔️ Plus

La prova di Anthony Davis, anche lui alle prese con vari problemi fisici ma comunque presente. The Brow lascia il segno in una partita dal risvolto amaro e lotta finché c’è partita.

Il rientro di Kyle Kuzma. Non per la prestazione in sé ma per il fatto che l’infermeria si sta svuotando. Si spera che Kuz possa restare integro, in modo tale da dimostrare di poter contribuire alla causa oltre a mettere a tacere le speculazioni circolate in merito ad una sua cessione.

❌ Minus

La circolazione. Solo 18 gli assist serviti, quasi 10 in meno rispetto alla media abituale. No James, no party: transizione quasi nulla, pochi wide open e tiratori quasi mai in ritmo.

Con o senza LeBron, le palle perse (19 per 24 punti concessi) sono tante, troppe.

Non ha convinto la gestione delle rotazioni di Frank Vogel, sia per la combinazione delle lineup ma anche per aver lasciato in campo Davis quando la partita era praticamente finita.

Post Game Quotes

Non abbiamo giocato abbastanza bene per vincere. Dobbiamo fare meglio.

Frank Vogel

Ha giocato bene, con energia. La squadra non ha avuto un buon approccio questa notte, ma Kyle ci ha provato. Questo è uno dei suoi punti di forza.

Frank Vogel sulla prestazione di Kyle Kuzma

Game MVP

Coming Soon

Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte – 2:00 italiane – tra Mercoledì 25 e Giovedì 26 Dicembre per affrontare allo STAPLES Center gli L.A. Clippers.


Per saperne di più, ascolta il podcast:

Leggi anche:

odino

NBA & Lakers on the couch, Minors & Post on the court.
1987, Showtime!

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.